Non si stupisce più nessuno…

Vi ho lasciato 3 mesi fa con un post a Tenerife, dove ho trascorso 6 mesi abbastanza intensi, socialmente parlando. Ho ritrovato i vecchi amici ed incontrati di nuovi, ricadendo a mio malgrado nel pericoloso circolo vizioso della vita portuense (di Puerto de la Cruz). Mi sono divertita e l’ho lasciata a malincuore per proseguire con i miei progetti.

Ma dove sono ora? In Italia da un paio di mesi.
Dove sarò tra poche ore? In Grecia!
In Grecia? Eh si, in Grecia!

Stento ancora a crederci.
La decisione è arrivata inaspettata anche per me.
Mi sono svegliata Lunedì mattina, avvolta da un senso di insoddisfazione e malumore. Non fraintendetemi, non sto male ma presa da una crisi esistenziale del momento, ho ragionato un pochino e mi sono resa conto che stavo passando le giornate al PC senza concentrarmi in quello che dovrei fare… stavo perdendo tempo prezioso, in un’estate tutta da sfruttare. Per quanto il Lago Maggiore in estate sia bello, per me è come un film visto decine di volte, senza finali a sorpresa o scene inaspettate. Oggi uguale al ieri, all’altro ieri, a un ieri di 3 anni fa… Una vita scontata, facile, comoda,… semplice, troppo semplice. Questa facilità mi rende irrequieta, ma fa assuefare e pensare a cose che non dovrei. Unica fonte di energia è il lago ma le energie entranti non compensano quelle in uscita. Per tanto così potevo anche restare a Tenerife…

Ed io, maestrina della felicità, posso essere insoddisfatta di ciò che sto facendo? Certo che no! Sò benissimo cosa devo fare in una situazione simile:
AGIRE, CAMBIARE!

Quindi, innanzi tutto devo assolutamente scollarmi dal computer e fare qualcosa di più attivo e sociale, unendo la mia natura TRIP con imparare, conoscere e vivere nuove esperienze.

Qualche mese fa mi era stato proposto di raggiungere sull’isola greca di Kos due amici per aiutarli con il loro lavoro Vacanze Greche. Ammetto di averci pensato sul momento ma in seguito escluso per vari motivi.

Così Lunedi, dopo un week-end moralmente distruttivo trascorso tra il cemento di Milano, la proposta di andare a Kos è riemersa dagli abissi del mio cervello, dopo essere stata sommersa per mesi. Quasi senza pensare alle conseguenze, d’impulso ho contattato i miei amici. Erano le 11 del mattino, alle 4 del pomeriggio avevo già il comprato il volo per la Grecia, per il giovedì successivo, ovvero oggi!
Tra un ora parto… 🙂

Oramai chi mi conosce bene, capisce e non si stupisce neanche più delle mie partenze improvvise. I miei genitori la prendono come se gli dicessi “stasera non mangio a casa“, i miei pochi amici in Italia sono rassegnati alle mie partenze ed ogni giorno sono pronti a ricevere un abbraccio di “arrivederci tra qualche mese“. Grazie amicici!

Di base credo di iniziare a capirmi anche da sola: l’estate al lago Maggiore sarebbe stata ripetitiva, qualcosa di vissuto già troppe volte nel corso della mia esistenza e senza nulla togliergli, questa ripetitività mi logora dentro. La vita è corta, il tempo è poco e non posso permettermi il lusso di sprecarlo. A presto! :p

Articoli che potrebbero interessarti:

Un commento su “Non si stupisce più nessuno…”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.