Archivi categoria: Tibet

Appello pro Tibet

Chi mi conosce, sa che non amo parlare di politica!
Ma da diversi anni la situazione tra Tibet e Cina mi tocca particolarmente.
Se ben ricordo ho iniziato ad interessarmi dopo aver letto il libro e aver visto l’omonimo film “7 anni in Tibet”!
Nel corso degli anni mi ha affascinato la cultura di questo popolo fino a che nel 2003 ho avuto l’opportunità di viaggiare in asia e più precisamente nel confinante Nepal e le montagne dell’ Himalaya!
Questo affascinate viaggio mi ha fatto conoscere piú da vicino la difficile situazione che è presente in questi paesi.

Ed ora che la situazione è estrema, desidero dire la mia.
Non solo perché appoggio il Tibet, ma anche perchè penso che una manifestazione importante come le olimpiadi si sia convertita in un grande business, dove più che lo sport, che è diventato solo una piccola parte dell’interesse, sono i soldi e gli interessi capitalistici, i veri protagonisti dei giochi!
Tutto questo va chiaramente contro la originale idea delle Olimpiadi!

Potranno mai i giochi essere bloccati?

Certo che no!
L’economia della Cina sta avendo un boom tremendo, ormai così importante che i paesi dell’ovest non possono permettersi di ignorarla o di dargli contro! America in prima fila, che riceve importanti capitali dalla stessa ma così anche l’Europa. D’altra parte la Cina vede le olimpiadi come il miglior trampolino per dimostrare al mondo il suo sviluppo e la capacitá di gestire una manifestazione di tale livello e ricevere visitatori da ogni parte del mondo…

Ma ora mi chiedo, si possono celebrare le Olimpiadi, il miglior evento sportivo di unione tra gli stati del mondo, sui massacri di questi mesi ma non solo…. sulla sottoimissione, sul disastro umanistico e culturale che la Cina da decenni sta effettuando in Tibet?

Di fronte agli appelli e alle proteste provenienti da tutto il mondo la Cina risponde con una chiusura totale di Lhasa! Turisti ma anche media… la scusa cinese è per salvaguardare la torcia olimpica sull’Everest…. Scuse!!! I motivi vanno ben al di là dei Giochi olimpici…
(tra le altre cose… ma può bruciare la torcia a 8000 metri di altezza?)

Tutto ciò non lascia segni di speranza per il popolo tibetano che cerca di lottare inutilmente!

Il Dalai Lama è odiato dal Governo Cinese. In Tibet chiunque dovesse esibire una sua foto viene arrestato. Ma per fortuna niente e nessuno riesce a sconfiggere la religiosità del popolo tibetano.

La cosa che più mi sconcerta è come la popolazione cinese, imbevuta di nazionalismo fin da bambini, sia fedele al regime e agli ideali di propaganda ufficiali…. Tipo che una volta il Tibet faceva giá parte della cina…

Proprio ieri ho assistito ad un dibattito sulla situazione Cina-Tibet all’univerità di Galway, in Irlanda!
Sconcertante sentire parlare giovani cinesi in difesa del loro governo e contro i tibetani… I cinesi considerano i tibetani parassiti, essi credono che dovrebbero essere grati alla Cina, di aver dato loro, per esempio istruzione, strade, ferrovia, negozi… (cosa che manca in gran parte della stessa Cina), di averli salvati dalla schiavitù del Dalai Lama.
Ma in realtà tutto ciò ha portato solo un gran stravolgimento alla capitale tibetana ! Lhasa è ora piena di ipermercati, negozi di elettronica, banche e uffici che l’hanno trasformata da ex templio sereno e religioso, in una classica città sul modello delle metropoli cinesi.


Al momento, l’influenza cinese sulla regione tibetana è totale.

Insomma… la cultura tibetana è destinata ad estinguersi?
E cosa succederà quando il Dalai Lama non ci sarà più?
La Cina ha rapito nel 1995 il Panchen Lama, allora di 6 anni, il successore riconosciuto dallo stesso Dalai Lama.

Pechino ne ha eletto un altro fedele al governo cinese! 😐

Sarà la fine di una cultura! Il Tibet è un paese in estinzione dove la sua cultura resterà in parte viva, utile ai cinesi solo per attirare i turisti.

Per questo e per molto altro il mio appello all’Italia e al mondo, pur per piccolo che sia è: dato che un boicottaggio risulta impensabile da parte delle nazioni…. Voi atleti, lo so che vi siete allenati duramente, ma siete gli unici che potete combattere per una giusta causa e bloccare i giochi Olimpici!

Grazie